jump to navigation

Per il bene dell’Italia: il Governo ha convinto Microsoft a passare al Software Libero? giovedì 10 maggio 2007

Posted by italyanker in Notizie fresche, Politica, Software libero.
trackback

Visto che oramai nelle blogosfera se ne parla dapper-tutto e che oramai la cosa sta divenendo insopportabile la news la scrivo pure io e cercherò di mantenere il blog quanto più aggiornato possibile sul fatto!Intanto rigiro il comunicato stampa dell’Associazione per il software libero:

Inviato a: Ministro Fabio Mussi, Ministro Luigi Nicolais, Sottosegretario Beatrice Magnolfi, Ministero Università e Ricerca, Ministero Riforme e Innovazioni nella pubblica amministrazione, Ing. Marco Comastri, Microsoft Italia.Venerdì 4 Maggio il Ministero dell'Università e della Ricerca ed il Ministero per le Riforme e le Innovazioni nella Pubblica Amministrazione hanno diffuso un comunicato stampa in cui annunciano la presentazione pubblica di un protocollo di intesa con la multinazionale statunitense
Microsoft, lunedì 7 maggio.

http://www.miur.it/DefaultDesktop.aspx?doc=419

In questa sede saranno presenti il Ministro dell'Università e della Ricerca, Fabio Mussi; il Ministro per le Riforme e le Innovazioni nella Pubblica Amministrazione, Luigi Nicolais; insieme all'amministratore delegato di Microsoft Italia, Marco Comastri.Da quanto annunciato nel sito web del Ministero questo protocollo prevede una collaborazione che ha come obiettivi principali la formazione, il trasferimento tecnologico e la facilitazione di progetti di ricerca. Inoltre si annuncia la creazione di tre "Centri per l'Innovazione" in Piemonte, Toscana e Campania per lo sviluppo di attività basate sulle tecnologie Microsoft.Stando a quanto promesso dall'Unione nel programma di governo 2006 - 2011, dovremmo dedurre che i rappresentanti del Governo siano riusciti a convincere i dirigenti della società Microsoft ad investire in tecnologie rilasciate con licenza libera. Questo darà anche applicazioneall'aspirazione di promuovere il software libero da parte della Conferenza dei Rettori delle Università Italiane secondo cui "il Software Libero è una risorsa fondamentale per l'Università italiana" (http://www.fondazionecrui.it/link/?ID=2746).Citiamo infatti dal programma dell'Unione:"dovremo tradurre in pratica le dichiarazioni di principio in favore della diffusione dell'Open Source nelle amministrazioni. Questa risorsa allevierà la dipendenza dalle onerose licenze commerciali." (pag. 37) e ancora "Per rendere libero lo spazio informativo dobbiamo garantire pluralità e libertà, ma anche: [...] valorizzazione e incentivazione delle licenze non commerciali, del software open source e degli standard aperti." (p. 264).La stessa Beatrice Magnolfi, sottosegretario per le Riforme e le Innovazioni nella Pubblica Amministrazione, nel corso della campagna
elettorale per le Politiche 2006 ha partecipato all'iniziativa "Caro Candidato" promossa dalla nostra Associazione http://softwarelibero.it/progetti/caro_candidato indicando la proposta dei "10 punti per l'Italia digitale" che al punto 9 recita:"Molti paesi europei, dalla Spagna alla Germania, dalla Francia al Regno Unito, stanno investendo in modo consistente sull'OSS non solo per sfruttare tecnologie che non determinino dipendenza dai costi di licenza, ma soprattutto perché considerano l'Open Source una grande opportunità strategica per il paese."Per questi motivi l'Associazione per il Software Libero (http://softwarelibero.it), fiduciosa nella capacità e nel buon senso dei nostri governanti, attende con ansia la pubblicazione del testo integrale del protocollo d'intesa annunciato.
Che cos'è l'Associazione per il Software Libero
L'Associazione per il Software Libero è un'Associazione senza scopo di lucro che ha come obiettivi principali la diffusione del software libero
in Italia ed una corretta informazione sull'argomento.

C’è anche chi, nella speranza che la cosa si sappia e diventi di pubblico dominio, contatta ministri come Folena e simili…

IO personalmente rimango allibito dal comportamento di questi politici che sempre più cercano di tenerci buoni solo con le parole…E poi non fanno una mazza!…

Commenti»

1. italyanker - giovedì 10 maggio 2007

Aggiornamento: il signor Folena ha eliminato il mio commento dove dicevo che l’assciazione per il software libero sarebbe disposto a pagare 50 milioni di euro!Sta cosa non finisce qui!

2. lele85 - giovedì 10 maggio 2007

Che merda di paese! comandato dalle lobby e dalla chiesa… Nessuno che pensa con la sua fottuta testa! Nessuno che tenta di opporsi…

3. italyanker - venerdì 11 maggio 2007

@lele85: hai sacrosantamente e fottutissimamente ragione!
Ma proprio per questo siamo in italia!Per cambiare le cose noi che con il nostro fottutissimo cervello “pensante” ( e pesante! ) capiamo di cosa c’è bisogno!Invece ai fottutissimi politici ormai non importa più niente di noi! ._.’


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: